Le scuderie del Quirinale

Le scuderie del Quirinale

Roma è una città d’arte non solo per la presenza dei numerosi siti archeologici e monumenti a cielo aperto, ma anche per la cospicua presenza di musei che ospitano mostre di ogni genere e tempo. Uno dei musei – o per meglio dire spazio espositivo adattato ad allestimenti e mostre – relativamente recente è il Palazzo delle Scuderie del Quirinale che da circa 20 anni è stato restaurato e adibito a spazio espositivo e nel quale si svolgono alcune delle mostre più prestigiose e rare del mondo. Gli amanti dell’arte che visitano Roma non possono non approfittare delle mostre temporanee che si allestiscono alle Scuderie del Quirinale, sia per la location che per le esposizioni pregevoli. L’alloggio ideale, in questi casi, è un hotel in Via Nazionale a Roma, come il Floris Hotel che è comodo sia per una visita alle Scuderie del Quirinale, sia come punto di partenza per raggiungere il centro storico di Roma.

Il Palazzo delle Scuderie del Quirinale

Le Scuderie del Quirinale sono di per sé un’attrazione turistica: il palazzo fu costruito nell’arco di un decennio dal 1722 al 1732 e appartiene al complesso del Palazzo del Quirinale insieme alla Consulta delimitando uno spazio urbano quasi quadrato e simmetrico al centro del quale si erge la fontana con le statue dei Dioscuri e l’obelisco del Mausoleo di Augusto, rinvenuto nell’800 e posto al centro della piazza.

Il Palazzo delle Scuderie del Quirinale si trova alle spalle del muraglione che chiude il Giardino Colonna e poggia sui resti in parte visibili del tempio romano di Serapide. La superficie delle ex-scuderie papali è i 3.000 m2 distribuiti su più piani, ma solo il primo e secondo piano sono adibiti a spazio espositivo. Il piano terra ospita, oggi, il servizio di accoglienza e la biglietteria, una libreria, un negozio di souvenir e oggettistica e spazi per attività collaterali alle mostre. Nel piano intermedio è stata allestita una caffetteria. Un’enorme vetrata sulle scale offre un panorama a 180 ° su Roma, una vista unica dal più alto dei Sette Colli romani. La vetrata è stata progettata dall’architetta Gae Aulenti durante i lavori di ristrutturazione e restauro e permette di scorgere in lontananza l’Altare della Patria, San Pietro, i tetti delle case dei rioni del centro storico, il Gianicolo, Monte Mario e il Pincio: un’attrazione nell’attrazione.

Le mostre che si svolgono alle Scuderie del Quirinale

La prima mostra che si è svolta a Palazzo delle Scuderie del Quirinale dopo il restauro e l’inaugurazione del Presidente della Repubblica è stata “I cento capolavori dell’Ermitage” il 21 dicembre 1999; per la prima volta dal Museo di San Pietroburgo uscivano alcuni dei pezzi più rari e celebri delle collezioni russe dei grandi artisti del primo Novecento. La prima mostra ha segnato il passo delle scelte delle esposizioni che si sono susseguite alle Scuderie del Quirinale, dall’arte moderna a quella classico con il ciclo di mostre dedicato a Caravaggio, Lorenzo Lotto, Sandro Botticelli, Tiziano, Tintoretto, e riservando anche grande attenzione ai grandi dell’arte internazionale come Rembrandt, Velazquez, Malevic e dell’arte contemporanea, Dürer e Frida Kahlo per citarne alcuni.

La caratteristica delle mostre delle Scuderie del Quirinale è quella di saper conciliare percorsi godibili e comprensibili per qualsiasi tipologia di pubblico senza perdere di vista il pregio artistico e storico nel rigore della tradizione, ma anche con un sapiente tocco di innovazione e multimedialità.